Come gustare il Montasio DOP: il Frico

30/05/2019

Come gustare il Montasio DOP: il Frico


Il Frico non è un formaggio, ma una specialità culinaria che si prepara con il Montasio D.O.P.
È citato già nel XV secolo dal maestro Martino da Como nell'opera “De Arte Coquinaria”.
Nel Medioevo rappresentava il pasto povero di contadini e montanari che utilizzano i resti del formaggio.
Oggi il Frico è uno dei piatti più esclusivi della sua regione,il Friuli Venezia Giulia, una vera e propria prelibatezza.

Si consuma sia caldo, sia freddo.
Viene consumato sia come antipasto, sia come secondo piatto.

Il formaggio utilizzato è grasso, di media o lunga stagionatura, a pasta semidura o dura, con medio/elevate intesità aromatiche e profumi.

 


RICETTA:

400 gr di formaggio Montasio DOP
2 patate piccole
½ cipolla bianca
1 rametto di rosmarino
sale
olio extravergine di oliva

Pelare le patate, lavarle bene e tagliarle a pezzetti.
Pulire la cipolla bianca e tritarla grossolanamente.
Soffriggere per qualche minuto la cipolla in una padella capiente, con un giro d’olio d’oliva, a fiamma bassa.
Aggiungere le patate con il rametto di rosmarino (che toglierete prima di unire il formaggio), salare e far cuocere per 15-20 minuti, mescolando spesso.
Nel frattempo tagliare a dadini il formaggio Montasio.
Unirlo in padella quando le patate saranno cotte, mescolare e far cuocere a fiamma bassa, mentre si scioglie lentamente.
Togliete l’olio e il grasso in eccesso (si depositerà ai bordi) per renderlo più croccante, girare il frico come una frittata quando avrà fatto una bella crosticina sotto.
Far cuocere per altri dieci minuti, il frico deve risultare asciutto e ben dorato da entrambi i lati.


Toglierlo dal fuoco, farlo riposare per qualche minuto e servire a spicchi in tavola, accompagnato dalla polenta rustica.

 

PRODOTTI CORRELATI

 

Articoli recenti




La Crema al Mascarpone

Pubblicato il 20/03/2019